Connect with us

Canapa Europe

Unisciti a noi e fai del tuo lavoro il tuo miglior successo

Abbiamo creato un network, unico, veloce, con un forte brand a carattere europeo. Lo mettiamo a disposizione di tutti i produttori e venditori di canapa. Perché sappiamo che questo è sicuramente il momento di far parte di quella parte operativa del mondo che globalmente guarda al futuro. Il nostro network si chiama Canapa Europe ed è un’opportunità unica di investimento e di impresa.

Il futuro è ora rappresentato, senza alcun dubbio, dalle nuove tecnologie e dai social che offrono nuove opportunità di lavoro e di espansione professionale.

Soprattutto per la canapa si è aperto un nuovo spazio di vendita che si attendeva da tempo e che si presenta come un trampolino di lancio per il commercio in questo settore.

Molti giovani imprenditori hanno impiegato tutto il loro talento per dare vita a realtà aziendali basate sulla legale coltivazione, diffusione e distribuzione, attraverso canali online vedendo in questi l’unica opportunità, soprattutto in tempo di pandemia.

Quello su cui si conta oggi non è più il lavoro della singola azienda con un piccolo store sul web, ma iniziare a far parte di quella rete che si costruisce attraverso una realtà unica, proprio come quella di un network.

Bot MemberShip è l’ideatore del primo network europeo, Canapa Europe, in grado di riunire sotto di sé moltissime realtà del settore. Questo vuol dire avere una esatta mappatura della coltivazione, biologica e certificata e della sua vendita e distribuzione.

L’idea di creare un unico network per contenere un numero elevato di attività legate tutte all’uso e alla vendita della canapa ha portato i maggiori produttori ad interfacciarsi con noi per poter essere presenti sul web e creare una rete brandizzata sotto un unico nome: quello di Canapa Europe.

Questo vuol dire avere a disposizione una serie continua e sempre nuova di clienti da tutte le parti d’Europa con la certificazione di qualità di appartenenza ad un’unica realtà, un network creato proprio per chi lavora con la canapa.

Far parte di un gruppo scelto, unico e forte come quello di un network è la scelta migliore da fare per guardare ai prossimi mesi consapevoli di una sicura crescita.

Essere un membro di Canapa Europe vuol dire avere un immediato riscontro all’interno di un settore in forte espansione e con un dominio internazionale.

Canapa Europe è il nuovo volto della professionalità via Telegram.

Una dimensione con una forte interazione ed una domanda sempre crescente. Inoltre la possibilità di collegarsi ad altri produttori del settore o di creare corsi per gruppi privati a pagamento fa di questo network una finestra sempre aperta e pronta ad ospitare il nuovo.

Unisciti a noi. Diventa un membro di Canapa Europe e fai del tuo lavoro il tuo miglior successo.

 

📡   Canapa Europe

Social Share

Canapa

Girare il mondo nelle fattorie biologiche

Esistono diverse realtà sul web che promuovono lo scambio culturale attraverso il lavoro volontario nelle aziende, una modalità stimolante che permette anche di viaggiare in modo molto economico. Ciascuna piattaforma ha le proprie regole e la propria filosofia. Tra queste WWOOF è quella giusta per chi in un’esperienza del genere cerca anche una qualche formazione in stili di vita rurali sostenibili da spendere magari in un’attività futura in proprio.

Nello specifico WWOOF (World wide opportunities on organic farms) è una piattaforma che mette in contatto la domanda e l’offerta di lavoro nelle strutture che praticano l’agricoltura naturale in Italia e nel mondo. In cambio di una mano nelle attività quotidiane, il WWOOfer riceve alloggio e pasti, acquisendo le conoscenze pratiche, obbligatoriamente ecosostenibili, presso fattorie, orti familiari, frutteti, vigneti, cooperative, ecovillaggi ecc.

Ma come si fa a trovare un host, ovvero la persona che ospita? Sul sito wwoof.it gli host descrivono i propri progetti e le proprie realtà nel loro profilo, indicando la località dove è situata la loro attività e fornendo altre info utili, mentre i visitatori, pagando una quota associativa di una trentina di euro, possono contattarli in base ai propri interessi, prendendo accordi sulla sistemazione e sulle mansioni da svolgere che può andare dalla cura degli animali a quella delle piantagioni, dalle pulizie degli spazi comuni in casa al raccolto, dalla produzione del vino fino all’apicoltura, all’eco-costruzione e al compostaggio. Solo in Italia esistono 840 host, tra fattorie, ecovillaggi e aziende, disposti ad ospitare i WWOOfer per pochi giorni fino a un massimo di 6 mesi.

Il wwoofing non è più solo una scelta per viaggiatori alternativi perché grazie alla sempre più diffusa consapevolezza “green” sono sempre di più coloro che hanno voglia di sperimentarsi immersi nella natura.

Social Share
Continua a leggere

Canapa

Come Fare il Majoun, A.K.A. Marmellata Marocchina di Hashish

Il Marocco ha prodotto alcuni dei migliori hashish del mondo per migliaia di anni. Non dovrebbe quindi sorprenderci che lo usino anche in cucina! Ecco una classica ricetta dal tocco psicoattivo.

Il Majoun, anche conosciuto come Marmellata Marocchina di Hashish, è una ricetta tradizionale di oltre 1.000 anni fa, ancora oggi utilizzata per produrre alcune delle più buone e potenti prelibatezze. Se siete fumatori “old-school”, avrete sicuramente sentito parlare delle sue qualità. Per ridare vita a questo grande classico, vi proponiamo una ricetta con cui riscoprire un pezzo di storia delle caramelle all’hashish.

INGREDIENTI

Ingredienti per il Majoun:

  • ½ tazza di miele
  • ¾ di tazza di burro non salato
  • 1g, o più, di hashish (a seconda della potenza che si vuole ottenere dalle palle)
  • 85g di pistacchi, sgusciati
  • 85g di fichi
  • 85g di anacardi
  • 110g di datteri
  • 110g di mandorle
  • 2 cucchiai di farina normale
  • 1 cucchiaino di sale

Miscela di spezie:

  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 1 cucchiaino di anice in polvere

ISTRUZIONI

1. Preriscaldate il forno a 120°C e cuocete insieme hashish e burro per 30 minuti, in una teglia da forno.

2. Mentre l’hashish e il burro sono in cottura, macinate tutti i frutti secchi. Generalmente, un frullatore può essere d’aiuto.

3. Una volta sminuzzati, mettetene da parte ¼, da usare come rivestimento in un secondo momento.

4. Sminuzzate anche tutti gli altri ingredienti, come i fichi e i datteri, eliminando qualsiasi rametto o nocciolo.

5. Mettete insieme tutte le spezie per creare una miscela e mettetela da parte.

6. Prendete l’hashish e il burro dal forno e versate il composto in una pentola.

7. Posizionate la pentola a fuoco basso ed aggiungete la farina, Sbattete energicamente la farina con il burro all’hashish in modo da amalgamare tutto uniformemente. Mantenete la cottura per altri 5 minuti, mescolando continuamente.

8. Ritirate la miscela dal fuoco e mettetela da parte.

9. In una ciotola di grandi dimensioni, unite tutti gli altri ingredienti, tra cui la miscela di spezie. Una volta fatto, aggiungete anche il burro disciolto e caldo. Aiutandovi con le mani, impastate il tutto fino ad ottenere una miscela omogenea e compatta. L’impasto dovrebbe assumere una consistenza densa e molto piacevole al tatto.

10. Se, invece, l’impasto dovesse rimanere un po’ liquido, riponetelo in frigorifero dai 30 minuti all’ora, in modo da addensarlo.

11. Quindi, prendete circa 2 cucchiai di impasto ed impastatelo tra le mani fino ad ottenere una palla. Ora, passate quest’ultima nella ciotola con i frutti secchi macinati messi precedentemente da parte, rivestendo uniformemente tutta la superficie.

12. Una volta fatte tutte le palle di Majoun marocchino, riponetele in un contenitore a chiusura ermetica e riponete il tutto in frigorifero.

Facile, no?! È una semplice ricetta che chiunque può fare. Una volta completato tutto il processo, potrete dire di avere tra le mani un po’ della più succulenta storia della Cannabis, pronta per provocare i suoi effetti sotto forma di delizioso spuntino. La quantità di hashish da aggiungere la decidete voi, a seconda delle vostre esigenze. Sentitevi quindi liberi di sperimentare, questi sono i vantaggi di usare Cannabis in cucina. Ricordatevi che gli “edible” di Cannabis possono richiedere dai 45 ai 90 minuti per fare effetto, per cui non abusatene.

Social Share
Continua a leggere

Business

Boom di vendite di cannabis light e dei suoi derivati

I maggiori consumatori sono gli over 30, anche se viene provata molto dai giovani tra i 18 e i 22 anni. Un settore che in Italia coinvolge centinaia di aziende e oltre diecimila addetti.

Lockdown e precarietà avrebbero favorito il boom delle vendite di cannabis light e dei suoi derivati in Italia. Ad affermarlo lo studio di Davide Fortin, ricercatore all’Università Sorbona di Parigi e collaboratore di Mpg Consulting, che ha coinvolto più di ottomila persone nel periodo compreso tra marzo 2020 e marzo 2021.

La ricerca ha evidenziato che a provare il prodotto sono i giovani tra i 18 e i 22 anni. I maggiori consumatori sono gli over 30. Gli acquirenti regolari spendono mediamente 50 euro al mese. Tra i clienti abituali troviamo peraltro anche adulti e anziani fino ai 70 anni. In Francia ad essere coinvolti sono persino gli ottantenni, forse per la difficoltà di reperire cannabis medicinale in farmacia. Aumenta inoltre la richiesta da parte delle donne, soprattutto over 35, che definiscono così un inedito bacino d’utenza.

Tra le ragioni per cui viene utilizzata, una persona su due afferma di sceglierla in sostituzione della cannabis con thc sia per la maggior difficoltà ad acquistarla sia per la volontà di affrancarsi dalla dipendenza. Una persona su dieci, inoltre, la alterna al tabacco mentre per altri rappresenta un’alternativa a bevande alcoliche o a farmaci antinfiammatori, analgesici, rilassanti e sonniferi, nonché a sostanze come eroina e derivati dell’oppio.

Anche gli andamenti d’acquisto registrati da Legal Weed, uno dei principali operatori internazionali del settore, confermano quanto il fattore lockdown abbia inciso profondamente sulle vendite. Da marzo 2020 a marzo 2021 è stato registrato, infatti, un incremento di fatturato del 76 per cento. Tale momento di crescita, solida e costante, fa prevedere ulteriori incrementi: una forchetta compresa tra il +90% ed il +%130 nel biennio 2021-2022.

La previsione di Legal Weed si poggia sull’importante investimento (circa due milioni di euro) che punta a migliorare unità operative, marketing, processi di filiera e internazionalizzazione. Sebbene si aspetti dalla politica una norma che regolamenti l’uso umano del fiore di canapa, potremmo assistere a una reale rivoluzione di questo settore che già oggi conta centinaia di aziende attive e un indotto occupazionale di oltre diecimila addetti.

Sarebbe dunque per l’Italia un’occasione irripetibile per creare indotto e occupazione, per risparmiare risorse per la sicurezza e per togliere una grossa fetta di mercato all’illegalità

Social Share
Continua a leggere

Copyright © 2021 Bot Membership